Inauguriamo oggi la rubrica “Parola al Presidente”. Si tratta di una serie di interviste fatte al nostro presidente Stefano Occhialini in cui tratteranno i principali temi che ruotano attorno alla nostra associazione. Nel primo numero parleremo della fresca vittoria dei Delfini d’Ylenia, del rinnovo delle cariche Fiwh e delle attività in programma per la nostra associazione.

Presidente, è passato circa un anno dall’esordio dei Delfini (contro i Magic Torino, ndr) alla prima vittoria avvenuta proprio domenica scorsa contro i Lupi Toscani a Scandicci. Ti aspettavi i primi tre punti in così poco tempo?
Ovviamente sono felice della vittoria. È logico che vedere un gruppo di ragazzi molti giovani che dopo un anno già vincono in maniera così decisa una partita, per di più in trasferta, sicuramente è motivo di tanta felicità e di tanto orgoglio.

Sappiamo che l’età media dei Delfini d’Ylenia è molto bassa con diversi ragazzini di dodici o tredici anni. Eppure hanno dimostrato di avere già la calma e la lucidità tipica dei veterani. La partita contro i Toscani è stata molto impegnativa con continui capovolgimenti di fronte: prima lo svantaggio poi la rimonta e alla fine la vittoria.
Penso che gran parte del merito sia dei due mister (Giangiacomi e Occhialini G.) che hanno dato sostegno e coraggio durante tutta la partita e durante tutta la prima stagione. Forse è anche merito proprio della loro età media: i ragazzi sono stati spavaldi e magari hanno pensato poco al risultato e più a divertirsi e cercare di fare bene, e sono riusciti a vincere.

Chi ha assistito la partita di domenica, racconta di un delirio al triplice fischio finale. Tu che hai assistito alla partita, come hai vissuto la cosa? Come hai visto i ragazzi?
Come è logico che sia eravamo tutti entusiasti: al triplice fischio è come se avessimo vinto la Champions. Lo testimoniano gli abbracci in panchina, gli abbracci con i tifosi. È stato sicuramente molto bello!!

Infatti lo slogan di quest’anno per la nostra Associazione è “Abbracciamoci Ancora”. Quindi, dopo la brillante vittoria all’esordio con i Lupi i nostri Delfini come si devono comportare nelle prossime gare?
I Delfini devono pensare innanzitutto a divertirsi e a giocare partita per partita. Possono arrivare sicuramente in alto. Hanno già fatto, a livello di punti, meglio della scorsa stagione. Non è sicuramente un punto di arrivo ma di partenza. I mister sapranno dare loro le giuste motivazioni

Prossima partita dei Delfini?
La prossima sarà contro Genova a febbraio in casa.

Invece i fratelli maggiori quando scenderanno nuovamente in campo?
Il 10 dicembre contro il Dream Team Milano.

Che partita sarà?
Difficile per entrambe penso, perché Milano ha ambizioni ma all’esordio non le ha ancora dimostrate contro la neopromossa Viadana. Noi invece abbiamo incontrato subito la squadra più forte d’ Italia e vedremo quanto di vero ci fosse nel 2 a 10 dell’esordio contro Padova. Quindi sarà una partita molto dura. Tutte e due le squadre vogliono far punti.

Riuscirete a bissare il successo dei piccolini?
Ci proveremo, di certo ci proveremo!

Perché è importante per un’associazione come l’A.S.D. Dolphins avere due squadre che competono nei campionati federali? Perché sono i nati i Delfini?
I Delfini di Ylenia quando sono nati per due motivazioni principali: la prima era perché iniziavamo ad essere tredici/quattordici giocatori e, se da un lato era sintomo di un buon lavoro dell’associazione, dall’altro era impensabile che un allenatore potesse gestire una squadra così numerosa. La seconda motivazione era che comunque i più giovani hanno la necessità di guadagnare esperienza, magari in competizioni che erano un pochino più alla loro portata ma non per questo però la società è divisa. Anzi, sono due facce della stessa medaglia ed è quindi logico che la vittoria di una delle due squadre entusiasma, e deve entusiasmare, entrambe le squadre.
Voglio inoltre sottolineare che la nascita dei Delfini è arrivata anche grazie all’aiuto dell’Associazione Ylenia Morsucci onlus della quale portiamo il nome. “Delfini di Ylenia” deriva proprio da questo. Quindi sostanzialmente i Delfini sono la realizzazione di un sogno, che io per primo avevo da quando ho iniziato a giocare e devo dire che questo sogno si è realizzato anche in maniera migliore di quello che pesavo per via della forte unione che c’è tra le due squadre. Questo lo si è visto anche domenica scorsa, quando molti dei giocatori dei Dolphins sono andati in trasferta a tifare i loro piccoli beniamini.

Cambiando argomento, in questo weekend ci saranno le elezioni per il nuovo Consiglio Federale F.I.W.H. Dopo lo scorso mandato, ti ricandidi come consigliere. Una cosa positiva e una cosa negativa dello scorso Consiglio Federale.
Di certo una cosa positiva è stato il clima all’interno del Consiglio: tutte le problematiche sono state affrontate in maniera costruttiva. Forse una cosa meno positiva è magari la comunicazione e l’interazione con le società.

Cosa auspichi per il prossimo Consiglio? Su cosa secondo te la Federazione dovrebbe impegnarsi maggiormente?
Nel prossimo quadriennio sicuramente, chiunque sarà eletto, si dovrà porre attenzione nel “programmare”! Questo è il lietmotiv di tutti i programmi di tutti i candidati Consiglieri e dei due candidati a Presidente. Programmare vuole dire avere una migliore gestione dei quattro anni che ci si appresta ad affrontare, perché la nostra Federazione ormai è una realtà molto importante e molto seguita, che sta acquisendo anche importanza all’estero ed è quindi giusto che ci siano dei programmi chiari e condivisi. Condivisi anche dalle società che devono essere messe più a conoscenza e che devono soprattutto essere più partecipative rispetto a quanto è stato finora.

Per chiudere: cosa l’A.S.D. Dolphins ha in cantiere per i prossimi mesi?
Le cose in programma sono tante. Stiamo organizzando una serie di attività per raccogliere fondi anche tramite il 5×1000. Inoltre, stiamo cercando di organizzarci per dare una mano alle popolazioni terremotate del centro Italia.

Ci vuoi svelare qualcosa in più?
Per il momento no. Prima cerchiamo di metterla in essere e poi vedremo

Grazie Presidente.
Grazie, un saluto a tutti e W LADDOLPHINS!!!

Lascia un commento